USA, si inizia a costruire la nuova amministrazione

Davide Giacalone di 24 Novembre 2020

Il nostro editorialista, Davide Giacalone, ha aperto la rassegna stampa di oggi andando negli Stati Uniti. In particolare, occupandosi delle prime nomine del presidente eletto, Joe Biden. Particolarmente significativa, a suo parere, quella di Janet Yellen al tesoro, il ministero dell’Economia degli Stati Uniti d’America. La Yellen, già prima donna a capo della Federal Reserve statunitense, è una garanzia di continuità della fondamentale politica espansiva, che ha caratterizzato gli USA da Obama in avanti. Una politica che ha consentito al sistema economico americano di riprendersi velocemente dal trauma della crisi dei subprime, garantendo una crescita economica pressoché costante. È importante anche l’indicazione di Anthony Blinken come segretario di Stato, a sottolineare il possibile ritorno degli USA al multilateralismo. 

Con Davide Giacalone ci siamo anche occupati della polemica sulla riapertura delle piste da sci, argomento,  ha sottolineato, che non mi appassiona particolarmente, perché preferirei si parlasse molto di più della riapertura delle scuole. Di sicuro, ha aggiunto, non possiamo chiedere ai partner europei di non aprire, perché noi abbiamo deciso di restare chiusi. Anche per nostre incapacità di gestione. 

Riferimento anche al mondo letterario Italiano, nel quale il problema è, a modo di vedere di Davide Giacalone, l’avere libri tutti uguali. Il motivo: editori che non fanno più il loro mestiere, affidandosi esclusivamente agli editor, figure diverse, dalle cui mani un Carlo Emilio Gadda non sarebbe mai uscito indenne. 

Davide Giacalone, infine, ha sottolineato la grande operazione di espansione di uno storico marchio italiano, De Longhi, negli Stati Uniti. Acquisizioni che non sono soltanto un modo di ingrandire l’area del proprio business, ma una vera e propria operazione tecnologica. Dovremmo imparare, conclude Giacalone, a sostenere l’Italia che sa farsi valere nel mondo, piuttosto che punirla per colpe e ritardi dell’altra Italia, Quella sempre in attesa di un sussidio. 

L’opinione di Davide Giacalone del 24novembre 2020, all’interno di Non Stop News, con Giusi Legrenzi, Pierluigi Diaco e Fulvio Giuliani

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »