Il dramma italiano non è crollare dell’11% nel 2020, ma non crescere da una vita

Davide Giacalone di 8 Luglio 2020

Davide Giacalone oggi è partito dai dati economici, diffusi ieri dalla Commissione Europea. Le previsioni per il prodotto interno lordo italiano sono terribili, -11,2% nel 2020, peggior economia dell’area dell’Euro. È pur vero, sottolinea Giacalone, che siamo a un’incollatura da Francia e Spagna, ma pur sempre restiamo in coda e soprattutto confermiamo un trend negativo che dura da anni. Il vero dramma, ribadisce Giacalone, essere quelli che crescono di meno, quando tutta Europa cresce e quelli che calano di più, quando l’intero sistema economico legato all’Euro è in difficoltà. Una realtà che la pandemia di coronavirus ha semplicemente peggiorato, ma non ha creato dal nulla. Dura considerazione, poi, sulla gestione della realtà scuola, in questi difficili mesi. Posto, sottolinea il nostro editorialista, che la gestione del mondo scolastico in Italia è estremamente complessa, resta il fatto che il governo abbia deciso di non decidere, rinviando il più possibile ogni provvedimento in materia. Adesso, arriverà anche il commissario Arcuri, su cui Davide Giacalone ha espresso più di una perplessità.

L’opinione di Davide Giacalone del 8 luglio 2020, all’interno di Non Stop News, con Giusi Legrenzi, Fulvio Giuliani e Pierluigi Diaco. 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »