Home

Le parole sono pietre 

Arduo è valutare non soltanto l’efficacia ma la stessa legittimità della giustizia, quando il suo rigore non è sorretto dall’insieme della situazione di fatto. La guerra d’altronde, diceva il patriarca del diritto romano Marco Tullio Cicerone, sospende la legge. Come selezionare i regimi dei quali sanzionare le responsabilità? Come assicurare...

Leggi tutto

Usque tandem?

L’esautoramento del Ministro della Difesa russo, antico amico di Putin, pluridecorato, potrebbe essere un classico caso di promoveatur ut amoveatur. La sua sostituzione con il Ministro dell’Economia solleva però un’ulteriore...

leggi tutto

Allarmi (all’armi?)

Nell’imminenza del voto che inciderà sul suo futuro, sfidata da due guerre ai propri confini, confrontata alla conseguente necessità di dotarsi di una fisionomia più riconoscibile ed incisiva, l’Unione europea...

leggi tutto

(O)scurati

La perdurante polemica sulle considerazioni di Antonio Scurati che RaiTre, dopo averle commissionate per le commemorazioni del 25 aprile, ha deciso di non trasmettere, rappresenta di per sé un ulteriore...

leggi tutto

Il terzo incomodo

L’uccisione in Siria di un altro dei suoi capi militari responsabili delle operazioni all’estero, dopo quella di quattro anni fa in Irak nei confronti del Generale Suleiman, con la spettacolare...

leggi tutto

La dittatura del terrorismo

L’incubo che la situazione internazionale presenta si infittisce di molteplici traumatici avvenimenti. Che dimostrano, tutti, quanto il terrorismo sia non soltanto il sintomo ma soprattutto la causa del disfacimento dell’ordinamento...

leggi tutto

Una nuova Palestina?

In un articolo sull’Economist, il nuovo Primo Ministro dell’Autorità Nazionale Palestinese ha presentato il suo “progetto proattivo” per la creazione di “uno Stato palestinese sostenibile e prospero”. Si dovrà trattare,...

leggi tutto

Cave

Il generale rigurgito degli istinti premoderni degli Stati va ammantandosi di suffragi popolari, in una parodia del sistema democratico. Sull’elezione presidenziale in Russia, non c’è molto da dire che non...

leggi tutto

Vox clamans

Chiamato in causa da un’estemporanea intervista televisiva non ancora diffusa nella sua interezza, il Pontefice ha ammesso che in Ucraina, come in Medioriente, per porre fine all’ennesima ‘inutile strage’ (copyright...

leggi tutto

All’armi

Nel secondo anniversario dell’aggressione russa all’Ucraina, la situazione è lungi dal trovare una soluzione. Dalla Cattedrale di Kiev, il nostro Primo Ministro, presidente di turno del G7, ha però enfaticamente...

leggi tutto

Una lettera all’aldilà

Alexei, Ricordo, quand’ero a Mosca, alle prese con il periodo brezhneviano, una persona che si presentò sulla Piazza Rossa con un cartello che diceva soltanto “Io sono io”. Fu subito...

leggi tutto

All’Est, nulla di nuovo

Con Navalny se ne va ogni residua illusione che questa Russia possa ritrovare la strada dell’Europa. Il suo indiscutibile, anche se patetico, eroismo (nel centenario dell’assassinio del nostro Matteotti!) dovrebbe...

leggi tutto

Fuori controllo

Troppe situazioni, interne e internazionali, appaiono andate fuori controllo. Non vi è, in altre parole, nessuno che paia in grado di contenerle o rimetterle in carreggiata. In un anno costellato...

leggi tutto

prova

Facebook Comments Box

on Maggio 27 • by

Comments are closed.