• Razionalità scientifica e politica

    Che politica e razionalità siano spesso in contrasto è cosa nota. Del resto anche Max Weber riconobbe in più occasioni il carattere assai poliedrico dell’idea di razionalità, usando frequentemente il termine “razionale” senza spiegare con esattezza il suo significato e causando disorientamento nei suoi interpreti....
    Leggi questo articolo →


  • Un saggio sulle virtù del nazionalismo

    Sta facendo molto discutere il bel saggio del politologo e filosofo israeliano Yoram Hazony “Le virtù del nazionalismo”, edito in Italia da Guerini e Associati (Milano 2019). L’autore, che è anche un noto biblista, è presidente dello Herzl Institute di Gerusalemme e chairman della Edmund...
    Leggi questo articolo →


  • Gli affanni dell’Europa tecnocratica

    Si è spesso sostenuto che una sorta di “utopia tecnocratica” è la vera sorgente dell’Unione Europea. Ne sarebbe stato principale propugnatore Jean Monnet, uno dei padri fondatori della UE, diplomatico ed economista francese il cui nome è ancora usato in ambito accademico perché proprio a...
    Leggi questo articolo →


  • Gli scienziati e il potere politico

    Possono gli scienziati – in quanto intellettuali – prendere le distanze nei confronti del potere? In realtà, la responsabilità morale degli uomini di scienza non può essere separata dal problema del potere politico. Soltanto la prospettiva di una vittoria dei nazisti, che gli appariva il...
    Leggi questo articolo →


  • Neurath e l’incertezza nella scienza

    “Immaginiamo dei marinai che, in mare aperto, stiano modificando la loro goffa imbarcazione da una forma circolare a una più affusolata. Per trasformare lo scafo della loro nave essi fanno uso di travi alla deriva assieme a travi della vecchia struttura. Ma non possono mettere...
    Leggi questo articolo →


  • La realtà fisica e i nostri limiti

    E’ tutt’altro che facile parlare della realtà che ci circonda. Il concetto, e il termine che a esso si riferisce, sono usati con tale frequenza che spesso li inseriamo nel discorso senza neppure pensarci. Mi si conceda allora un gioco di parole: “in realtà” le...
    Leggi questo articolo →


  • Gradualismo e utopia

    Prendiamo in considerazione una delle grandi utopie dei secoli passati: quella di Thomas More. Nella sua celebre opera l’isola di Utopia viene presentata “come il regno della perfetta felicità”. Ma in essa si nota una forte diffidenza verso tutto ciò che è straniero: i suoi...
    Leggi questo articolo →


  • Religione e scienza

    Il rapporto tra scienza e fede – o, se si preferisce, tra scienza e religione – è uno dei grandi temi del pensiero contemporaneo. Al dibattito non contribuiscono soltanto i filosofi, come molti ritengono, ma anche gli scienziati. Sono note le molte opere che Albert...
    Leggi questo articolo →


  • L’Occidente e il concetto di “inclusione”

    Penso sia difficile trovare nel nostro vocabolario una parola più odiata e vituperata di “guerra”. Non sempre è stato così. Basta conoscere un po’ di storia per capire che, nell’intero corso dell’evoluzione biologica e, soprattutto, culturale, troviamo popoli e civiltà che dell’abilità bellica facevano il...
    Leggi questo articolo →


  • Popper e gli errori dello storicismo

    Il metodo scientifico – scrisse Karl Raimund Popper in molte sue opere – consiste nella formulazione di “ipotesi” esplicative che vengono continuamente e senza fine sottoposte a prova sperimentale, e che possono essere eliminate su tale base; la formulazione delle ipotesi e la loro (eventuale)...
    Leggi questo articolo →