• L’imbroglio kazako

    Alle considerazioni di Giacalone, aggiungerei quanto segue. Notoriamente, il Kazakhistan è oggi un paese essenziale, per la sua posizione strategica oltre che per le sue rilevanti risorse in idrocarburi. Considerazioni di realpolitik impongono pertanto alla comunità internazionale di chiudere un occhio sull’autoritarismo di quel regime....
    Leggi questo articolo →


  • Quale primavera? Quale golpe?

    Quel che continua ad avvenire in Egitto suscita apprensioni e speranze, in un accavallarsi di analisi contraddittorie. Si è ancora in presenza del ‘potere dei senza potere’, che pretendono udienza dai ‘potenti’? O l’intrinseco ‘populismo’ ambiente costituisce l’ennesimo pretesto per lotte di potere, interne ed...
    Leggi questo articolo →


  • Le intercettazioni in piazza

    Tutti e tutto in piazza, di questi tempi. Ai quattro punti cardinali del pianeta, in condizioni e modi sempre diversi, le agitazioni popolari non si placano. Anche perché non hanno rivendicazioni precise, organizzate, né ispirazioni ideologiche o politiche univoche. Piuttosto che di prodromi rivoluzionari, si...
    Leggi questo articolo →


  • Egitto: La forza fa l’unione?

    La spada di Damocle è caduta,  in Egitto, sui Fratelli Musulmani che Morsi,  eletto democraticamente un anno fa, non ha saputo presentare come forza innovatrice. Dopo averlo ripetutamente ammonito, l’esercito, spina dorsale di tutti i paesi ancora fragili, ha ripreso il comando della nazione. Provvisoriamente, s’intende,...
    Leggi questo articolo →


  • G8, G20 o Gzero?

    Un altro G8 si è appena concluso, fra le proteste dei soliti contestatori di professione e la delusione degli esigenti incalliti. Istituito per motivi di coordinamento economico fra i principali paesi industrializzati, poi esteso alla Russia per ragioni plolitiche globali diventate ulteriore argomento di comune...
    Leggi questo articolo →


  • Mare Nostrum

    Altri sette immigrandi annegati nel tentativo di aggrapparsi ad una rete per tonni; molti altri in arrivo sull’innarrestabile rotta delle ‘carrette del mare’; il centro di accoglienza di Lampedusa ancora drammaticamente sovraffollato. Riprende sui media il tormentone delle nostre inadeguatezze nel soccorrere  i bisognosi. Ed...
    Leggi questo articolo →


  • Quale Iran?

    Se ne parlerà ancora per molto, credo. Il risultato elettorale in Iran, è stato inatteso, per quanto sperato. Un ‘uomo nuovo’, Hassan Rohanì, sostenuto da affermate personalità riformiste del calibro di Khatamì e Rafsanjanì, si è imposto al primo turno elettorale, decisamente. Un esponente religioso...
    Leggi questo articolo →


  • L’Afghanistan, perché

    Ancora un nostro militare caduto -si vantano i talebani- ad opera di un ragazzino. Golia contro Davide? Il paragone è doppiamente fuorviante. Da una parte, il soldato italiano della coalizione internazionale non era al servizio di un neo-colonialismo o neo-imperialismo di ritorno. Già mezzo secolo...
    Leggi questo articolo →


  • Di nuovo, la piazza….

    Anche in Turchia, il ‘potere dei senza potere’ (Havel) sta facendo breccia. E’ ormai evidente come, sotto tutte le latitudini, la democrazia, che tutti dicono non possa essere esportata, si esporta da sé. Non come anelito verso un astratto valore di stampo occidentale, bensì come...
    Leggi questo articolo →


  • Una nuova Comunità Atlantica

      Il Presidente Obama ha precisato le linee di politica di sicurezza che intende seguire nel  corso del suo secondo mandato: fine dell’ormai decennale ‘guerra al terrore’, ripristino della giustizia civile, sostituzione dell’impronta militare con un più energico uso della diplomazia preventiva e dell’assistenza allo...
    Leggi questo articolo →