• Coerenza trasformista

    C’è del metodo, nel trasformismo. Non solo la coerenza dell’incoerenza, ma il dna dello smottamento italiano. Giusto piluccando: non solo il Pd vota una riforma costituzionale vergognandosene, ma ci arriva dopo la lunga rincorsa di chi s’oppose a ogni integrazione europea, salvo poi pretendere d’essere...
    Leggi questo articolo →


  • Chat dell’orrore

    Un ragazzo crea un gruppo, su una delle piattaforme per lo scambio di messaggi. Una chat. Lo apre ai compagni di scuola e a qualche amico, con l’invito a scrivere senza far troppa attenzione al linguaggio. Parla come mangi. Arrivano in diversi, alcuni ragazzini. In...
    Leggi questo articolo →


  • Tifare per credere

    Per molti tifare conta più che ragionare, in che aiuta a capire la non ragionevolezza di talune scelte personali e collettive. Colpisce e diverte, in tal senso, un sondaggio. I sondaggi, se fatti bene, aiutano a orientarsi, non tracciano una rotta con precisione. In questo...
    Leggi questo articolo →


  • Sabba qualunquista

    Fra qualche ora sorgerà il sole sul sabba del qualunquismo, sull’ennesima giornata dell’antiparlamentarismo, salutando il terzo taglio del numero dei parlamentari. Il terzo tentativo è diverso dai primi due. Il primo fu di destra, il secondo di sinistra. Entrambe cancellati dal voto del popolo sovrano,...
    Leggi questo articolo →


  • Il clima fra i giovani

    Sarebbe ingenuo supporre che i cortei giovanili, che hanno animato tante città nel mondo, siano frutto di spontanea e autopromossa adesione alla protesta di una giovane svedese. Eroina per taluni e manipolata per altri. Sarebbe non meno ingenuo immaginare che tutto sia frutto di una...
    Leggi questo articolo →


  • Slim tax

    Quando un governo è animato da tanta bontà la mano corre a nascondere il portafoglio. Il sospetto che la passione sia l’avvio della tassazione è più che fondato. Per capirsi: merendine, bibite e voli aerei sono già tassati. Come tutto o quasi. Ciò cui si...
    Leggi questo articolo →


  • La legge du Zu Tano

    È la vecchia, inesorabile legge dello Zu Tano. I 5 Stelle hanno fatto in fretta a scoprire il bello delle correnti: si possono tenere in piedi in due scarpe, senza escludere di tenerli in tre. Si fa il governo con la Lega, però no, non...
    Leggi questo articolo →


  • Green economy

    Armandosi d’un po’ di pazienza, circa il dibattito politico, sempre più spesso si sentirà parlare di proposte e impegni relativi alla “crescita compatibile”, alla “coscienza ambientale” e alla “green economy”, ovvero l’economia verde. Se interrogate chi s’aggira fra questi concetti, domandando di che si tratta,...
    Leggi questo articolo →


  • 5 stelle, 2 linee, 1 governo trasformista

    Ciascun partito utilizza gli strumenti decisionali (parlare di “democrazia”, in certi casi, è decisamente esagerato) che preferisce. Se c’è chi crede che votare on line, utilizzando una piattaforma proprietà d’altri, abbia un senso è una trasparenza buon o mal per lui. Trattasi di atto di...
    Leggi questo articolo →


  • Vada Moavero alla Commissione Ue

    Sarebbe saggio il governo indicasse Enzo Moavero Milanesi quale componente italiano della futura Commissione europea. Si tratta del primo atto formale da farsi, subito dopo l’insediamento, e sarebbe bene non sbagliare nella sostanza, ma neanche nella forma. La retorica di quanti criticano il ribaltonismo (dopo...
    Leggi questo articolo →