• Il “suo” Croce, interprete di uno spazio etico-politico

    Si può dire senza tema di sbagliare che Giuseppe Galasso sia stato colui che più ha dato a quel processo di reimmissione di Croce nel circuito intellettuale nazionale, dal quale, dopo la sua morte, era stato espunto per motivi di reazione politica e culturale al...
    Leggi questo articolo →


  • Quando dire “no” fa la differenza

    Il tema della negazione percorre la storia della filosofia occidentale, che ne è come ossessionata. Non potrebbe essere altrimenti, visto che l’esperienza umana ha col negativo un rapporto intrascendibile: sappiamo ad esempio di dover morire e questa consapevolezza accompagna, più o meno rimossa, ogni giorno...
    Leggi questo articolo →


  • No, il liberalismo non tramonta mai (tramontano i liberal…)

    Mi sono avvicinato con una vena di scetticismo, e di diffidenza, al libro di Edward Luce Il tramonto del liberalismo occidentale (introduzione di Gianni Riotta, Einaudi, pagine 215, euro 17). Per due motivi: prima di tutto perché è da quando il liberalismo esiste che si...
    Leggi questo articolo →


  • La politica post-moderna che ancora non c’è

    L’ossessione per le fake news che sembra animare la classe intellettuale e giornalistica, e di rimbalzo certe parti di quella politica (come mostrano le recenti  proposte di regolamentazione per via legale), richiama ad una idea di “purezza” o “verità” che non può appartenere a molti...
    Leggi questo articolo →


  • Rutelli e il democratismo assoluto dell’era social

    Rutelli e il democraticismo assoluto dell’era social I politici di razza hanno sviluppata in sommo grado la capacità sintetica, mentre gli studiosi si attardano più nell’analisi. La sintesi è necessaria all’azione, ma non può essere il frutto di semplificazioni velleitarie o, peggio, demagogiche come quelle...
    Leggi questo articolo →


  • L’ultima ideologia? Un mondo senza più umani

    Da qualche tempo uno dei nuovi e più interessanti argomenti del dibattito filosofico, direi soprattutto di quello specialistico, concerne il tema del “postumano”. Si tratta ovviamente di una tematica ampia che include, in maniera più o meno controversa, una galassia di correnti di pensiero, idee,...
    Leggi questo articolo →


  • Il rimedio peggiore del male

    Le vie dell’inferno a volte sono, o potrebbero essere, lastricate di buone intenzioni. E non c’è dubbio che l’intenzione del legislatore di combattere le molestie sessuali nei luoghi di lavoro, a cominciare dalla pubblica amministrazione, abbia a tutta prima l’aria di essere un’iniziativa lodevole. Quale...
    Leggi questo articolo →


  • Perché dire no all’educazione di Stato

    Nell’antica Sparta, esempio paradigmatico di “società chiusa”, i genitori non avevano il diritto di allevare i propri figli. Dovevano sottoporli all’esame del consiglio degli anziani che ne decideva la vita o la morte a seconda della sana o cagionevole salute. Superato positivamente questo esame, essi...
    Leggi questo articolo →


  • Maledetto Ottobre rosso!

    “I dieci giorni che sconvolsero il mondo”, come li ebbe a definire il giornalista americano John Reed, autore di un racconto “in presa diretta” degli avvenimenti che portarono i bolscevichi di Lenin a conquistare il potere il 7 novembre di un secolo fa (25 ottobre...
    Leggi questo articolo →


  • Galasso e il laboratorio della storia

    Bisogna forse partire dalle ultime pagine per capire tutta l’importanza, e il senso, di quest’ultimo, preziosissimo lavoro, di Giuseppe Galasso: Storia della storiografia italiana. Un profilo (Laterza, pagine 224, euro 20) È in esse, infatti, quelle dedicate all’oggi, e alle prospettive future della storiografia, che,...
    Leggi questo articolo →