• Oranghi, papere, rane e altri animali contemporanei

    Adesso, definire qualcuno un orango diventa, persino, un complimento o, addirittura, un’offesa per l’incolpevole animale. Perché – è questo il ragionamento – “tutti gli animali sono da considerarsi con un’accezione positiva, c’è molta malafede, si vogliono sempre interpretare queste cose come attacchi, ma magari non...
    Leggi questo articolo →


  • I re spodestati di una regione (forse) perduta

    La forza dei simboli consiste anche (e, forse, soprattutto) nel loro potere evocativo, nella capacità di alludere ad altro da sé, nel loro “stare in luogo” di qualche altra cosa: “A livello molto generale, il simbolo è un segno fondato sulla metafora o sull’analogia, che...
    Leggi questo articolo →


  • L’Invalsi, l’Italia a due velocità e il “giudizio di Dio”

    Ancora una volta la pubblicazione del rapporto annuale dell’Invalsi in merito alle competenze degli studenti italiani in Italiano e Matematica certifica qualcosa che già si sapeva, che difficilmente sarebbe potuta cambiare nel breve periodo che separa un anno dal successivo, che probabilmente non varierà neppure...
    Leggi questo articolo →


  • Il Vangelo di Giovanni e un lapsus di Scalfari

    Nel suo consueto editoriale domenicale (“la Repubblica”, 7 luglio 2013) Eugenio Scalfari propone una densa riflessione sulla recentissima Enciclica “a quattro mani” Lumen Fidei. Il punto di partenza sono i versi, “profetici e poetici”, del celebre Prologo del Vangelo giovanneo: “In principio era il Verbo /...
    Leggi questo articolo →


  • Liceali oggi, estetisti domani

    Partiamo da una considerazione tutto sommato scontata: per decenni i licei italiani (prima soprattutto il classico, ma dopo anche lo scientifico) hanno avuto la funzione, come si dice, di formare le classi dirigenti. Professori universitari, avvocati, medici, ingegneri, docenti dell’istruzione secondaria, provenivano (e in buona...
    Leggi questo articolo →


  • Gli esami di maturità e un dilemma morale

    Non sembra facile fornire una risposta al quesito posto stamattina, nella pagina delle lettere di Repubblica,da una docente di un Istituto tecnico romano, commissario interno agli esami di maturità: “Il padre di uno dei miei maturandi, che chiamerò Andrea, mi ha chiesto di bocciare il...
    Leggi questo articolo →


  • E venne l’ora delle anime belle

    Da sempre la politica italiana è popolata da figure stravaganti quali soltanto, forse, nei bestiari medievali, la manticora, l’onocentauro, l’icneumone e l’unicorno. Tra giovani turchi e barbari sognanti, cattolici adulti e atei devoti, servirebbe almeno il talento enciclopedico di Filippo Ceccarelli per poter compilare un...
    Leggi questo articolo →