• Lavoro: la rigidità genera illegalità

    La crisi economica ha sortito sul mondo del lavoro, in particolare quello europeo, una serie di conseguenze note e tutt’altro che positive, con la riduzione del perimetro degli occupati e l’incertezza della sorte di molte realtà produttive; ma la necessità di reagire alla situazione ha...
    Leggi questo articolo →


  • Renzi, esci dalla giara. Lo dice il Censis

    Sfogliando il 48° rapporto Censis, presentato ieri nella sede romana del CNEL, ci si imbatte in termini mutuati dall’economia e dalla finanza; non si tratta di una concessione al gergo dei quotidiani, affollato di spread e di quantitative easing, ma di un tentativo più ampio...
    Leggi questo articolo →


  • Caro Wall Street Journal, se le italiane non vogliono più figli non è colpa dei nidi

    L’articolo che il Wall Street Journal ha dedicato oggi al preoccupante declino della natalità italiana avrebbe fatto la felicità del filosofo inglese David Hume, se solo fosse stato ancora vivo. Hume, noto per aver messo in discussione i concetti fondamentali della metafisica, sosteneva tra l’altro...
    Leggi questo articolo →


  • Arianna Huffington è una femminista di Milano (o no?)

    L’allarme lanciato da Arianna Huffington nel suo articolo su Repubblica non è nuovo. A parlare di un modello di lavoro che, ancorché di successo, “non funziona per le donne, e in realtà nemmeno per gli uomini”, erano già stati altri: altre, per la precisione, vale...
    Leggi questo articolo →


  • Quanto vale il lavoro di cura?

    Il ciclico ripresentarsi del dibattito sull’opportunità di riconoscere uno stipendio alle casalinghe – sollevato stavolta dal sito americano Salary.com – segnala un punto di attenzione reale, sia pure in termini di riferimento inappropriati. Il problema dell’ingente lavoro svolto tra le mura domestiche dalle donne, quantificabile...
    Leggi questo articolo →


  • Connessi a tutto, disconnessi dalla vita

    Se il rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione del 2012 annunciava l’inizio dell’“era biomediatica”, la notizia del 2013 è che siamo arrivati al suo cuore. Secondo il nuovo rapporto,  l’undicesimo, presentato ieri a Roma, la connettività ormai ci pervade;  al punto da provocare una vera e propria...
    Leggi questo articolo →


  • Senatrice, a vita?

    Nient’altro che bene può essere detto delle scelte di Giorgio Napolitano per i quattro nuovi senatori a vita, appena nominati; tralasciando il malcontento di chi al posto di musicisti, scienziati e architetti avrebbe preferito personalità importanti per la nostra vita politica nazionale – magari da...
    Leggi questo articolo →


  • La luna e il dito

    “Non voglio mica la luna”, cantava qualche tempo fa una bella voce di donna italiana. Anni dopo, qualcuno l’ha presa in parola: e alla stragrande maggioranza delle madri lavoratrici, evidentemente ritenuta troppo esigente, ha risposto concedendo niente più di un dito. La luna, in questo caso,...
    Leggi questo articolo →


  • Triste, ma non troppo

    Di fronte alla gioia scomposta manifestata da alcuni di fronte alla sentenza di primo grado del cosiddetto processo Ruby, non ho potuto fare a meno di ripensare all’aureo libretto di Carlo Maria Cipolla, “Allegro ma non troppo”, e alla sua definizione dello stupido: colui che causa un...
    Leggi questo articolo →


  • #occupyspiagge

    Tutti al mare. Cioè, quasi tutti. Se il mare fosse quello del basso Lazio, se voi foste tra Gaeta e Sperlonga, se foste di passaggio per un’oretta, se voleste farvi anche solo un tuffo, scordatevelo. E non perché qualcuno ve lo proibisca: anzi, l’intero lungomare...
    Leggi questo articolo →