• La stazione di Afragola e la Napoli metropolitana

    Un treno che non bisogna assolutamente perdere

     

    Paolo Gentiloni, il presidente del consiglio dei Ministri, oggi inaugura una grande infrastruttura: la stazione ferroviaria di Afragola. Una stazione che diventerà il perno che da Roma smisterà il traffico dei passeggeri verso Napoli e verso Salerno. Creando in futuro ulteriori opzioni per arrivare a Bari ed a Reggio Calabria. Non sarà solo una stazione di transito ma un sistema per allargare le opportunità della città. Afragola è una delle città importanti per lo sviluppo della Campania: perché dopo la creazione della città metropolitana di Napoli, dovrebbero essere proprio le città della Campania a creare una rete di relazioni. Per allargare le opportunità e governare adeguatamente una moltitudine di oltre tre milioni di abitanti.

    Afragola conta quasi sessantacinquemila abitanti. Un confronto tra sud e nord ci dice che Siena ne conta cinquantaquattromila. Intorno alla stazione ferroviaria sono collocate grandi aziende importanti: da Ikea a Leroi Merlin. Intorno ad Afragola ci sono anche Casalnuovo e Casoria: due altre città rilevanti, la prima perché ha cinquantamila abitanti mentre la seconda ne ha settantasettemila. Insomma un polo urbano, se le tre città fossero conglomerate tra loro, di centonovantacinquemila abitanti. Popolazione e capacità di realizzazione, per articolare questo nodo al centro della Napoli metropolitana, dovrebbero essere il primo progetto da mettere in campo. In questo modo cresce la popolazione e cresce l’economia ma bisogna creare ricchezza e stabilità sociale parallelamente.

    Bisogna evitare che i progetti economici, che sono stati realizzati, e quelli che dovranno allargare e sviluppare i territori che circondano questo nucleo della Campania, dovranno essere governati e controllati adeguatamente. Perché sono e devono essere una bussola, dalla quale si possano controllare sia la proiezioni verso la costa del tirreno, sia verso Roma ed il Nord e verso l’interno, che si collega all’agro nocerino sarnese ed al Nolano. Questo conglomerato deve diventare un nocciolo duro locale e deve migliorare sia le relazioni che le ipotesi di lavoro e di rigenerazione urbana dell’intero nucleo delle tre città, ed in particolare di Afragola.

    Perché Afragola diventa, a sua volta, con la stazione che è stata costruite, una rete di maglia larga che possa rendere efficaci ed utili sia le reti ferroviarie verso Roma che quelle verso Salerno, e la Calabria, ed anche quelle verso Napoli. Al termine della quale si aprono le rotte della grande stazione portuale che collega i traffici di Napoli, Castellamare e Salerno. Senza contare l’Aeroporto di Capodichino: che è la terza grande porta per entrare ed uscire dalla metropoli napoletana. Questa grande Napoli, insomma, ha un impianto di infrastrutture veramente notevole: le strade, la ferrovia, la navigazione marittima e quella dei cieli. Il presidente Gentiloni inaugura il cuore di una macchina che, una volta collegata a questa rete di infrastrutture, diventerà una leva importante per l’economia della Campania.

    Il capo del Governo riconosce, in questo modo, il valore della metropoli napoletana e le opportunità che si possono sviluppare. Ma proprio il Governo dovrebbe, dopo un lungo abbandono del meridione e della sua regione più grande, rivedere ed utilizzare risorse umane e finanziarie: perché questo imponente sforzo strutturale, durato decenni, possa diventare una forza, che non sia stata spinta dall’assistenza, ma debba essere spinta, in futuro, dalla capacità e dalle voglia di crescere della popolazione di Afragola, di Napoli e dell’intera Campania.

    Questo testo appare anche sul secondo dorso de Il Mattino, il 6 giugno 2017, con il titolo “Quel treno da non perdere”

    Link utili

    Porti, il piano triennale di Napoli e Salerno in dodici punti, Il piano operativo 2017 / 2019 con proiezione al 2020 del presidente Pietro Spirito  

    http://www.informazionimarittime.it/file/POT2017-2019Napoli.pdf

    Il sito della Città Metropolitana di Napoli

    http://www.cittametropolitana.na.it

    La rete oggi in: Campania; l’infrastruttura ferroviaria in Campania si estende per 1.094 km di linee

    http://www.rfi.it/rfi/LINEE-STAZIONI-TERRITORIO/Nelle-regioni/Campania/La-rete-oggi-in:-Campania

    Aeroporto Internazionale di Napoli

    http://www.aeroportodinapoli.it