• Enrico Letta: traghettatore o pontiere?

    La valutazione del nuovo governo italiano è ancora in sospeso. Le ‘larghe intese’ non costituiscono ancora la tanto attesa riconciliazione nazionale e appaiono pertanto una riedizione riveduta e corretta del Governo Monti. Sotto le perduranti pressioni internazionali, specie europee, rimaniamo comunque, ammoniva il nostro Pirandello,...
    Leggi questo articolo →


  • Emma Bonino, il nuovo che avanza

      Che Emma Bonino emergesse come uno dei risultati della ‘rottamazione’ dell’antica classe dirigente non deve sorprendere, giacchè dimostra la sua congenita estraneità alle contingenze della politica interna. Il che promette bene per la sua conduzione della politica estera italiana. La sua ubiquità politica, l’esperienza...
    Leggi questo articolo →


  • Nel frattempo, nei Balcani…

    Le nostre complicate vicende post-elettorali hanno inevitabilmente distolto l’attenzione da altri importanti sviluppi verificatisi nel frattempo nel nostro immediato vicinato. L’accordo raggiunto fra Serbia e Kosovo è ‘procedurale’ e non  costituisce pertanto ancora la soluzione definitiva di una delle tragedie balcaniche originate dal disfacimento della...
    Leggi questo articolo →


  • Lo sguardo (dall’estero) sul Colle

    Sono anni, decenni, che gli osservatori stranieri si chiedono cosa sia e dove stia andando la politica italiana, quella interna, a fondamento di quella estera. Tali perplessità, astratte fin quando la nave europea e quella atlantica andavano, trascinandoci bene o male nella loro scia, sono...
    Leggi questo articolo →


  • Uno sguardo dal Colle

    La corsa al Quirinale è purtroppo diventata il sintomo più evidente dello stato precario in cui versa la politica italiana. Dopo un’elezione che ha spaccato il cronico nostro ‘bipolarismo imperfetto’, la faticosa ricerca di nuovi equilibri potrebbe ancora considerarsi come l’espressione fisiologica di una democrazia,...
    Leggi questo articolo →


  • Burro o Cannoni?

    L’eterno dilemma dell’appropriata entità dei bilanci militari si ripropone ricorrentemente in Occidente, con particolare enfasi di questi tempi in cui la crisi economica si avverte con un’acutezza maggiore del rischio militare. Dopo la caduta del Muro, si era fatto affidamento su dei generici ‘dividendi della...
    Leggi questo articolo →


  • Una ‘società aperta’ internazionale ?

      “Quando credevamo di avere tutte le risposte –lamentava il poeta uruguaiano Mario Benedetti- sono cambiate le domande!”. Si ha quindi oggi tendenza a considerare la situazione internazionale come caotica, priva di un qualche principio ordinatore. In realtà, si dovrebbe piuttosto dire che essa è...
    Leggi questo articolo →


  • Nord Corea, ancora e sempre

    Ultimo residuo della Gerra Fredda, estraniatasi ormai persino dai suoi antichi protettori cinese e russo, la Corea del Nord continua a tenere desta l’attenzione internazionale sulla sua condizione di Stato fallimentare con ambizioni nucleari. Per non essere messo in quarantena – si dice, per tenere...
    Leggi questo articolo →


  • Siria e dintorni

    La questione siriana continua a tenere in scacco la diplomazia internazionale, in quel groviglio di interessi contrapposti che da secoli contraddistingue il Medio Oriente. Quella guerra per bande, camuffata da guerra civile, non può più essere lasciata al negoziato fra le parti ma richiede invece...
    Leggi questo articolo →


  • La Diplomazia, perché?

    Qualcuno ha giustamente osservato che di questi tempi l’Italia si trova a dover impostare un suo ennesimo Risorgimento, il terzo dopo quello fondante nell’ottocento e quello repubblicano dell’immediato secondo dopoguerra. Come nel gioco dell’oca, il Bel Paese si ritrova ancora una volta al punto di...
    Leggi questo articolo →