• Mare Nostrum

    L’operazione ‘Mare sicuro’ è partita, con grande enfasi mediatica. Uno spiegamento imponente di mezzi aeronavali che dovranno controllare l’intero Mediterraneo centrale, alla ricerca di barche cariche di aspiranti immigrati da soccorrere e portare in Italia. Si eviteranno così, si spera, le tragedie del mare cui...
    Leggi questo articolo →


  • Toujours la France!

    L’Europa continua a tentennare. Tarda in altre parole a manifestare quella vocazione politica che, anche se inespressa, ha sempre sotteso il processo di integrazione economica. Se l’originaria ideale ispirazione si era avvalsa anche del contributo italiano (De Gasperi, Sforza, Spinelli), la struttura istituzionale è sempre...
    Leggi questo articolo →


  • “Change”, globalmente

      L’America sta cambiando. Il confronto fra le sue due anime, idealista (democratica) e realista (repubblicana), si è radicalizzato oltremisura. Lo shutdown del bilancio federale lo evidenzia drammaticamente. Il suo unilateralismo ed egemonismo internazionale, il suo stesso eccezionalismo interno vanno stemperandosi. Obama ne è il...
    Leggi questo articolo →


  • Il Nobel della Pace a Lampedusa?

    Il 1913 fu l’anno che registrò il picco dell’emigrazione italiana in America. Cent’anni dopo, una risacca investe l’Italia, dall’Arabia e dall’Africa subsahariana; in preda non soltanto all’esplosione demografica e alla povertà ma anche a prolungati conflitti interni e disintegrazioni civili. In questi giorni, l’Italia inorridisce...
    Leggi questo articolo →


  • In Medio Oriente, la diplomazia?

    Teheran ha deciso di venire a patti, non tanto con Washington, antico oggetto dei suoi strali, quanto con la nuova situazione determinatasi nel Medio Oriente che non è più in grado di sfruttare, come ha fatto per trent’anni, favorito dalla scomparsa degli Stati arabi da...
    Leggi questo articolo →


  • Felicità!

     Andiamo tutti di fretta ormai. Anche nelle comunicazioni, la concisione si impone. Blog, twitter, facebook imperversano. Anche alla radio e sulla stampa quotidiana e periodica, il botta e risposta con gli ascoltatori e i lettori ormai predomina. Non parliamo dei talk-show televisivi. Dal supplemento settimanale...
    Leggi questo articolo →


  • Al Cremlino, l’eco di Gorbaciov?

    Scettici, preoccupati, oppure osannanti all’abilità del Cremlino, sono i commenti all’iniziativa russa per convincere Assad a consegnare il suo arsenale chimico. Nonostante la formale accettazione di Damasco, se ne sottolineano le difficoltà di attuazione, il presunto intento dilatorio, l’arretramento di Obama. Considerazioni tutte valide se...
    Leggi questo articolo →


  • La Russia, finalmente

    L’atteggiamento ultimativo di Obama nei confronti della Siria ha finito col raggiungere lo scopo che si prefiggeva: quello di scuotere la passività di quanti, trincerati dietro a considerazioni di realpolitik, si estraniavano dal concorrere nel tentativo di rimediare alla crisi siriana. Soprattutto la Russia, da...
    Leggi questo articolo →


  • La ‘strana guerra’ siriana

    Siamo col fiato sospeso da più di una settimana. Perché, quando, come si imporrà un altro intervento militare? Questa volta in Siria, anche i più decisi fautori degli interventi dichiaratamente ‘umanitari’, il Regno Unito oltre agli Stati Uniti, appaiono interdetti. Il groviglio nel quale da...
    Leggi questo articolo →


  • L’America, eterna imputata

      Ancora una volta, sulle due rive dell’Atlantico, l’Occidente, cristiano, filantropo, cosmopolita, vede la propria immagine riflessa in quel che accade altrove, e si interroga sulle proprie responsabilità. E riprende ad auto-flagellarsi. Quel che è peggio, l’Europa torna a riversare sull’America le accuse di aver...
    Leggi questo articolo →