• Al Cremlino, l’eco di Gorbaciov?

    Scettici, preoccupati, oppure osannanti all’abilità del Cremlino, sono i commenti all’iniziativa russa per convincere Assad a consegnare il suo arsenale chimico. Nonostante la formale accettazione di Damasco, se ne sottolineano le difficoltà di attuazione, il presunto intento dilatorio, l’arretramento di Obama. Considerazioni tutte valide se...
    Leggi questo articolo →


  • La Russia, finalmente

    L’atteggiamento ultimativo di Obama nei confronti della Siria ha finito col raggiungere lo scopo che si prefiggeva: quello di scuotere la passività di quanti, trincerati dietro a considerazioni di realpolitik, si estraniavano dal concorrere nel tentativo di rimediare alla crisi siriana. Soprattutto la Russia, da...
    Leggi questo articolo →


  • La ‘strana guerra’ siriana

    Siamo col fiato sospeso da più di una settimana. Perché, quando, come si imporrà un altro intervento militare? Questa volta in Siria, anche i più decisi fautori degli interventi dichiaratamente ‘umanitari’, il Regno Unito oltre agli Stati Uniti, appaiono interdetti. Il groviglio nel quale da...
    Leggi questo articolo →


  • L’America, eterna imputata

      Ancora una volta, sulle due rive dell’Atlantico, l’Occidente, cristiano, filantropo, cosmopolita, vede la propria immagine riflessa in quel che accade altrove, e si interroga sulle proprie responsabilità. E riprende ad auto-flagellarsi. Quel che è peggio, l’Europa torna a riversare sull’America le accuse di aver...
    Leggi questo articolo →


  • Egitto: la forza fa l’unione!

    Gli avvenimenti in Egitto mettono di nuovo l’Occidente di fronte alla propria coscienza. Che proietta, per l’ennesima volta, su una ben diversa realtà. Ma non avevamo detto che la democrazia non si esporta? Presto diremo che anche questa volta è colpa nostra, soprattutto degli USA,...
    Leggi questo articolo →


  • La Russia eterna!

      Obama ha ‘rinviato’ il suo incontro con Putin, dichiarandolo “inutile”. Lo sgarbo di Mosca nell’accogliere lo ‘spifferatore’ non è che la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Il fatto è che la proposta americana, avanzata quattro anni fa, di ‘ripartire da zero’ (reset)...
    Leggi questo articolo →


  • Lo ‘spread’ nell’Italia post-berlusconiana

      La politica estera, la sua credibilità e incisività, non possono essere che la proiezione di quella interna. Una ovvietà che per noi pesa più immediatamente e seriamente negli ambiti europeo e transatlantico, dai quali tanto dipendiamo.          La fine dell’era Berlusconi costituisce indubbiamente la...
    Leggi questo articolo →


  • Un nuovo Iran?

    In Iran, l’era di Ahmadinejad, il rozzo burocrate espressione degli intransigenti pasdaran è terminata. La nazione del tollerante achemenide Ciro e del mistico poeta Hafiz torna sotto la direzione governativa dei mullah, dei quali Rohani è un esponente già noto all’estero per le sue posizioni...
    Leggi questo articolo →


  • In Medio Oriente, lo stallo

    Dopo tante analisi e previsioni, di segno spesso opposto, l’Egitto e la Siria sono finite in una situazione di stallo. Eppure qualcosa si muove. In entrambi i casi siamo apparentemente in presenza di un redderationem. Apparentemente, perché in Medio Oriente le cose non sono mai...
    Leggi questo articolo →


  • La Farnesina, perno o capro espiatorio?

    Nella faccenda kazaka è stato tirato in ballo anche il Ministero degli Esteri, sostenendosi che, se non altro per ‘responsabilità obiettiva’, non poteva non sapere. Il Ministro Bonino, del quale qualcuno ha sbrigativamente chiesto le dimissioni, ha oggi precisato, dal suo punto di vista, i...
    Leggi questo articolo →