• Chiarimenti transatlantici

    Mentre il Presidente Trump continua nelle sue estemporanee esternazioni, una parte della sua squadra si sta scuotendo. Il suo Vice Pence, il Segretario agli esteri Tillerson e quello alla Difesa Mattis, si sono precipitati in Asia e in Europa, col proposito di tranquillizzare gli alleati...
    Leggi questo articolo →


  • “La democrazia in America”?

    Se la democrazia non si può esportare, si direbbe che di questi tempi non si riesca nemmeno a coltivarla a casa propria. La ‘democrazia in America’, in particolare, tanto decantata da Tocqueville per rimettere ordine nelle conseguenze della Rivoluzione francese, ha subito un brutto colpo....
    Leggi questo articolo →


  • Un’Europa della difesa … neutrale!

    Di questi tempi disordinati e confusi, non ci si può distrarre nemmeno per un giorno. Un quotidiano dalle illustri antiche origini ha ieri ospitato per l’ennesima volta l’articolo di una persona esperta di questioni internazionali, delle quale si è occupato per una vita, che, invece...
    Leggi questo articolo →


  • Sovversione internazionale e internazionalismo europeo

    Stiamo a vedere, dicono i savi, e i rassegnati; anche se abbiamo già visto tutto quel che c’è da vedere. Il comportamento del nuovo Presidente americano non lascia alcun adito a dubbi. Incredibile ma vero: sta facendo proprio quanto aveva annunciato nelle sue iperboli elettorali!...
    Leggi questo articolo →


  • Si salvi chi può!

    Nell’immediato dopoguerra, il Segretario di Stato americano Acheson osservò sconsolato che “è dall’epoca della Riforma che l’Europa si è eclissata”. Settant’anni dopo, il candidato nuovo Rappresentante di Trump all’Unione europea afferma che il nuovo Presidente “non ama una organizzazione che è sovranazionale, non eletta, non...
    Leggi questo articolo →


  • L’inutile ‘rapporto speciale’

    Nel 1953, Winston Churchill ottenne il premio Nobel per la letteratura per la sua ponderosa opera in quattro volumi sulla “Storia dei popoli di lingua inglese”. Anche se, aveva detto Oscar Wilde cinquant’anni prima, tra l’America e l’Inghilterra “tutto ci unisce, salvo la lingua”. Si...
    Leggi questo articolo →


  • Il mondo e l’autobus dei Fratelli Marx

    Trump continua ad affascinare, in virtù delle sue qualità tribunizie, smaccatamente populiste, deliberatamente provocatorie. “Stiamo a vedere”, dicono in molti fra il divertito e l’attendista. Come se la politica fosse, anche in America come da noi, un gioco di società. Come se non si fossero...
    Leggi questo articolo →


  • La Casa Grigia

    L’inverosimile si è compiuto. Per il futuro prevedibile, una persona quanto di più distante si possa immaginare dalla tradizione americana occuperà la Casa Bianca. Che l’America fosse esausta dalla sua prolungata sovraesposizione internazionale, si sapeva da tempo. Che la ‘guerra al terrorismo’ non potesse a...
    Leggi questo articolo →


  • La (contestata) eredità di Obama

    Lo sconcerto per l’elezione di Trump sta suscitando, di riflesso, una pioggia di denunce della politica di Obama, ritenuta fallimentare. Come se, in politica interna, l’ostruzionismo di un Congresso a maggioranza repubblicana non ne avesse ostacolato il percorso. Come se la mancata rispondenza dei suoi...
    Leggi questo articolo →


  • Gli ‘utili idioti’

    Dopo il suo primo, burrascoso, confuso, incontro con i media americani su questioni interne, Trump ha concesso a quelli europei le sue esternazioni in materia di politica estera. Una serie di lapidarie, categoriche, affermazioni: la NATO è “obsoleta … perché non si è occupata di terrorismo” (nostalgia...
    Leggi questo articolo →