• Pensionando la demagogia

    Cancelliamo la Fornero. Intesa come legge. L’urlo, lanciato con voce arrochita dal volere esprimere tutta la rabbia popolare, ha solcato la campagna elettorale, vale a dire gli ultimi quattro anni. Lega e M5S lo hanno assicurato: non appena metteremo piede al governo la cancelleremo. Posto...
    Leggi questo articolo →


  • Dati e detti fiscali

    Leggiamo i redditi degli italiani, relativi al 2016, mettiamoli a paragone con le cose che si dicono nell’agone politico, e comparirà, nella sua immensità, il vuoto di consapevolezza e la siderale distanza fra fatti e parole. 1. I redditi 2016 sono in crescita rispetto a...
    Leggi questo articolo →


  • Non è l’opera dei pupi

    La politica non è l’opera dei pupi, come molti tendono a raccontarla. Anche perché scarseggiano i pupari, la trama e lo sfondo storico. Così come è avvenuto per le elezioni dei due presidenti di Camera e Senato, l’indirizzo alla legislatura dovrebbero darlo M5S e Lega....
    Leggi questo articolo →


  • In fondo a destra

    Quel che accade nel centro destra non riguarda solo il centro destra, ma tutti. Per gli ovvi riflessi sull’intero sistema istituzionale, ma anche per il modo in cui sintetizza la fine di un tempo. Abbiamo esaminato l’ambiguità irrealistica e illusoria di alcune proposte pentastellate, lo...
    Leggi questo articolo →


  • Conti stellari

    Nel dubbio che possa avviarsene un’altra ancora non s’è dismessa la precedente campagna elettorale. Più d’uno è rimasto in servizio propagandistico permanente effettivo. La cosa più comica, in questo gioco al rilancio, che vedemmo e denunciammo fin dagli albori di quella conclusasi, è che in...
    Leggi questo articolo →


  • Estetica della perdizione

    Va guardata, la direzione del Partito Democratico. Certo, anche letta, ascoltata, capita. Ma prima di tutto guardata. Perché c’è un’estetica della perdizione che dice più di tanti discorsi uguali, speranzosi che ci si applichi a coglierne le differenze e le diffidenze. Tanti jeans, clarks, camiciuole...
    Leggi questo articolo →


  • I barbari

    “Arrivano i barbari”, cantava Giorgio Gaber. Ascoltatela, quella riflessione profetica. Avvertiva che ci sono già, i barbari, perché siamo noi. Adesso li abbiamo anche contati nell’urna elettorale. Come quelli cantati, anche questi barbari non sono un’invasione dall’esterno, ma dall’interno. Tanti sono allarmati, da quando hanno...
    Leggi questo articolo →


  • Voto, il botto del vuoto

    Il voto consegna un gran botto di vuoto. Vince alla grande il Movimento 5 stelle. Vince nettamente la Lega di Salvini. Perdono brutalmente il Pd e Forza Italia. Renzi e Berlusconi. Siccome questa è la stagione dell’odio, protratto fino al tedio, quasi tutti hanno una...
    Leggi questo articolo →


  • Giustizia è (s)fatta

    Cosa succede se un magistrato, che dovrebbe presidiare il rispetto delle leggi, viene meno al suo dovere o passa il tempo a sostenere che le leggi di quel rispetto non sono degne? Succede che se lo fai osservare vieni querelato. Il problema non è che,...
    Leggi questo articolo →


  • ’68 miticamente fasullo

    Il mito del ’68 è fatuo, il reducismo spesso bugiardo, ma il residuato fossile è fra noi. Potente e impermeabile agli eventuali fasti del cinquantenario. Il ’68 italiano, del resto, è stato il più duraturo e mentre altrove la pagina si chiuse in un paio...
    Leggi questo articolo →