• La libertà e i suoi nemici

    Il salone del libro di Torino ha riproposto un antico dilemma: può la libertà consentire che la si attacchi? Nel caso di risposta positiva emerge una debolezza della libertà, che per non contraddirsi si estende fino ad allevare i propri nemici. Nel caso di risposta...
    Leggi questo articolo →


  • Ignoranza & lassismo

    Alla fine della terza media il 34.4% dei ragazzi non è in grado di leggere e comprendere un testo. Il 40.1 non possiede i rudimenti del calcolo. Al secondo anno delle scuole superiori la prima percentuale scende, si fa per dire, al 33.5. La seconda...
    Leggi questo articolo →


  • Tempo dilapidato

    Inquieti per Carige o per lo spread alto? È il conto del tempo dilapidato. E se premetto che la responsabilità non è solo, ma certamente anche e in non poca porzione, di questo governo non è per mantenere un (inutile) equilibrio, ma per sottolineare che...
    Leggi questo articolo →


  • Partirono per imbrogliare e finirono con l’imbrogliarsi

    Partirono per imbrogliare e finirono con l’imbrogliarsi. I nostri ciarlieri e sboccati sovranisti farebbero bene a riflettere sulle parole di Sebastian Kurz, giovane cancelliere austriaco, popolare alleato con la destra dura, che sulla sovranità ha idee assai più chiare delle loro. Posto che la sola...
    Leggi questo articolo →


  • I robot non rubano

    I robot ci ruberanno il lavoro, specie ai giovani? È una paura diffusa, ma non fondata. Semmai si dovrebbe avere paura del non capire quel che accade e cosa si dovrebbe fare. Il trattore motorizzato ha “rubato” il lavoro a non pochi zappatori, ma sarà...
    Leggi questo articolo →


  • Dietro il 25 aprile

    Il fascismo fu un prodotto italiano. Una pagina importante e vergognosa della nostra storia nazionale. Distrusse la democrazia esistente, precipitandoci fino all’infamia delle leggi raziali e il suicidio della guerra. Dispose di un vasto e, per molti aspetti, generale consenso. Ci furono anche gli oppositori,...
    Leggi questo articolo →


  • Il pericolo c’è

    Che l’Italia corra e comporti dei rischi, per sé e per gli altri, non è la supposizione di questo o quel soggetto e, segnatamente, del Fondo monetario internazionale, ma l’evidenza nota a chiunque non sia accecato dal bisogno compulsivo di sostituire la propaganda alla realtà....
    Leggi questo articolo →


  • L’autoinganno

    Ci sono anche le feste comandate dei commenti. Le ricorrenze obbligatorie per le riflessioni. Che, proprio per questo, hanno un sapore rituale e fasullo. L’8 marzo è passato, buona ragione per occuparsi della condizione delle donne, o, meglio, della condizione di noi tutti, dato che...
    Leggi questo articolo →


  • Trionfo dell’incoscienza

    Il dato, fonte Istat, dice tutto: dal 2000 al 2016 la produttività oraria del lavoro è cresciuta, in Italia, dello 0.4%; nello stesso periodo è aumentata del 15% in Francia, Uk e Spagna; del 18.3% in Germania. Inutile chiedersi perché cresciamo meno degli altri. E,...
    Leggi questo articolo →


  • Fondamentalisti & Fanatici

    Il modo migliore per evitare che le malattie ci portino all’altro mondo consiste nel riconoscere i sintomi e curarle. Inutile fingere che sia diversamente: la strage in Nuova Zelanda ci colpisce meno di quella in una discoteca di Parigi. Condanniamo, ma non ci impauriamo. E...
    Leggi questo articolo →