• Le Anime nere pronte a ruggire a Toronto

    Non ha vinto il Leone di Venezia. Come poteva? Il leone è lui, “Anime nere”, ed è pronto a ruggire a Toronto, vedrete che cosa combinerà, lì gioca quasi in casa, con tutti quei calabresi che ci abitano, buoni e cattivi, come tutti gli uomini...
    Leggi questo articolo →


  • Maria non si inchina, ma la Chiesa…

    Il peccato originale di tutta questa vicenda è l’inchino, che è genuflessione e prostrazione, mortificazione e umiliazione; indica senso di rispetto e riconoscimento della superiorità di un altro. Maria nei Vangeli non si inchina di fronte a nessuno: solo davanti alla Croce. Suo figlio ha...
    Leggi questo articolo →


  • Saverio Strati lo ricordo così

    Saverio Strati era il più ruvido, il più timido, il più tenero, il più scostante, il più malinconico, il più altero degli scrittori calabresi che ho conosciuto – oltre a lui Fortunato Seminara, Leonida Repaci, Mario La Cava – una generazione di preziosi narratori, con...
    Leggi questo articolo →


  • Berlusconi e l’arte di uscire di scena

    E così, sarà affidato in prova ai servizi sociali, il Cavaliere, sbalzato di sella, “come l’ambizione che, da sola, saltando troppo in alto sulla sella, si disarciona” (Shakespeare, Macbeth). Scartata, per ovvi motivi, l’assistenza ai minori, le cui fila, si sa, abbondano di nipotini e...
    Leggi questo articolo →


  • Abbasso i professori sessisti e rosiconi

    L’insostenibile barbarie del Governo Renzi nei confronti degli intellettuali, definiti, in una leggiadra gara di savoir dire “professoroni” dalla leggiadra Boschi e “parrucconi” dal titolare della compagnia, come se l’esperienza e il “saper leggere e scrivere” fossero fastidiosi impicci sulla via del rinnovamento e del...
    Leggi questo articolo →