http://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/04/renzi-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/03/papa-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/01/montecitorioOK-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/02/napolitano-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/02/moneta-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/02/napoli-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/01/obama1-685x280.jpg
loading...

  • Gli altri ci guardano; o non più?

    Voltiamo per quanto possibile le spalle all’esito del nostro referendum (sperando che dall’estero non infieriscano sulla solita Italia), e torniamo a considerare la situazione che si sta delineando nel vasto mondo circostante, che la nostra perenne adolescenza continua irresponsabilmente a trascurare. Lo European Policy Center...
    Leggi articolo →


  • I preveggenti del dopo

    Ci sono i preveggenti, che vedono le cose in anticipo. Ci sono i normali vedenti, che osservano la realtà e la raccontano. Poi ci sono gli editorialisti dei giornaloni, le coscienze travagliate e sensibili, che fingono di vedere le cose in ritardo, per non ammettere...
    Leggi articolo →


  • Karácsonyi vásár

    sono i mercatini di natale che da sempre si svolgono in Ungheria; nel medio est europeo, in generale, sono molto diversi da quelli che si tengono in Italia, soprattutto nel sud della nostra penisola. In Italia i mercatini sono concepiti per vendere cibo a chilometro...
    Leggi articolo →


  • Parrucconi e scapestrati

    Prima che qualcuno torni a prendersela con i parrucconi si provi a fermare gli scapestrati, quelli del: votiamo subito. I più, fra loro, sanno che è una corbelleria, che non si può fare, ma lo ripetono per sembrare vincenti, impetuosi, in crescita. Cresce, invece, solo...
    Leggi articolo →


  • Cento anni dopo e prima della Confindustria

    L’Unione degli industriali napoletani   Nell’anno che verrà, il 2017, saranno cento gli anni che sono passati dal 1917 e si potrà celebrare la storia dell’associazione degli industriali napoletani. Che iniziarono, ancora prima della Confindustria e del Fascismo, una stagione di tecnologia innovativa e di...
    Leggi articolo →


  • In un’antica libreria antiquaria

    ho visto la traduzione in russo di “Tuta Blu” (Feltrinelli), un romanzo autobiografico di Tommaso Di Ciaula che molto fece parlare in Italia nel 1978, di cui ricordo ancora bene il suo messaggio. L’autore era in un bilico tra le sue origini contadine pugliesi e...
    Leggi articolo →


  • Buone dalle urne

    Le urne del 4 dicembre hanno restituito due risultati positivi. Più qualche dettaglio, su cui ragionare. Il primo dato positivo arriva dall’Austria. E si deve conoscerlo, per apprezzarlo. Non solo Alexander Van Der Bellen è stato confermato presidente, così evitando il non confortante cambio della...
    Leggi articolo →


  • Un rivolta, o una rivoluzione?

    “Ce n’est pas une révolte, Sire, c’est une révolution”, rispose La Rochefoucault a Luigi decimosesto, quel quattordici luglio di oltre due secoli fa. In America, in Austria, in Italia i ‘sanculotti’ sono saliti ancora una volta sulle barricate, senza che i governanti riescano a capirne...
    Leggi articolo →


  • Referendum

    Quanto fosse attraente il referendum in Italia bastava guardare i telegiornali stranieri di queste ultime settimane. Le notizie dall’Italia, come sempre, sono state rare e il referendum non ha modificato la tendenza. E’ il segnale che le questioni italiane sarebbero astruse, incomprensibili e “cosa nostra”,...
    Leggi articolo →


  • La crisi dell’Occidente esaminata realisticamente, dimenticando metapolitica e filosofia della storia

    Nel Legno storto dell’umanità, uno dei più prestigiosi filosofi politici   liberali del Novecento, Sir Isaiah Berlin, scriveva che «senza voler applaudire o anche solo perdonare le stravaganze dell’irrazionalismo romantico, si può riconoscere che i romantici, rivelando che i fini degli  uomini sono  molteplici, spesso imprevedibili,...
    Leggi articolo →


  • Sì (o No?)

    Lo stato di generale disorientamento delle nostre democrazie è confermato dai tanti esiti referendari degli ultimi tempi: il responso delle urne, spaccato a metà, lascia in bilico la soluzione di questioni di capitale importanza. Da quando Francia e Olanda, dieci anni fa, respinsero la Costituzione...
    Leggi articolo →


  • Hasta la svista

    Un caudillo nazionalista che vestì i panni del comunista, per fondare e reggere la più longeva dittatura sudamericana. Poi consegnata nelle mani del fratello. La cosa più interessante di Fidel Castro non è il brutale dispotismo con cui è riuscito ad annientare le libertà di...
    Leggi articolo →


  • Ombre russe

    Il trauma dell’elezione di Trump sta provocando un generale fuggi-fuggi dell’assetto internazionale nel quale abbiamo vissuto in questo dopoguerra. Un apparente, ingiustificato si-salvi-chi-può. A beneficio, ovviamente, di chi contesta l’utilità di un sistema collaborativo invece che antagonistico. Da tempo, i nostri anti-sistema pentastellati sono andati...
    Leggi articolo →


  • Elezioni e democrazia

    Uno strano fenomeno sta prendendo piede sul piano della politica globale. Parlo delle reazioni rabbiose e – talvolta – violente che si verificano quando un risultato elettorale non si conforma alle aspettative di una parte consistente dell’opinione pubblica in molti Paesi occidentali. Abbiamo avuto prima...
    Leggi articolo →


  • Purché se magna…

    E’ più che evidente, ormai. Anche per i ‘non-vedenti’, per coloro che per buonismo o indifferenza ne hanno per decenni trascurato le conseguenze devastanti. L’immigrazione incontrollata ha finito con lo stracciare il tessuto delle nostre società aperte. Non invece quello delle democrazie cosiddette ‘illiberali’ o...
    Leggi articolo →