http://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/04/renzi-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/03/papa-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/01/montecitorioOK-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/02/napolitano-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/02/moneta-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/02/napoli-685x280.jpghttp://blog.rubbettinoeditore.it/wp-content/uploads/2013/01/obama1-685x280.jpg
loading...

  • La bussola dell’economia e della geografia si deve governare bene ed adeguatamente

    Nel 1996 Pier Carlo Padoan scriveva “che il processo di integrazione tra Nord, Sud ed Est dell’Europa è possibile nella misura in cui si stabilisce un rapporto tra giochi paralleli e giochi sovrapposti. In particolare si è argomentato che l’allargamento del club ad Est, di cui...
    Leggi articolo →


  • La Russia in un vicolo cieco

    La nuove sede della Fondazione Feltrinelli, a Milano, sta celebrando con una rassegna documentaria la ricorrenza del centenario della Rivoluzione d’Ottobre, Nell’intero Occidente, giornali e televisioni ne hanno rievocato gli eventi e le implicazioni storiche. Non nella Russia di Putin che, rigoroso custode di una...
    Leggi articolo →


  • Teste e urne vuote

    Le urne elettorali sono sempre più vuote. Il fatto è che son vuote anche le teste di quanti vorrebbero essere votati. Dalla Sicilia a Ostia l’appuntamento elettorale è trattato manco fosse un giudizio divino e da quello dipendessero le sorti del mondo, ma, a dispetto...
    Leggi articolo →


  • Uno spregiudicato, Grasso. Un irresponsabile, Berlusconi

    Grazie a Pierluigi Bersani – a mio avviso uno degli sfascisti più catastrofici della storia italiana (e della sinistra) di questi anni – una legione di pretoriani è riuscita in un’impresa che sarebbe stata impensabile nella Prima Repubblica democristiana, quella di ‘piazzare’ alle tre più...
    Leggi articolo →


  • Nel Pacifico, un pesce fuor d’acqua

    [Alcune considerazione sullo stato dell’impero americano, al termine di un viaggio di tre settimane attraverso gli Stati Uniti, mentre il Presidente era in trasferta in Asia]  “Il potere globale americano è in bilico”, titola l’Economist di questa settimana. Gli slogan con i quali Trump si...
    Leggi articolo →


  • Colpa mia. E vostra.

    Nelle urne siciliane vedo sei cose, come da tradizione anticipatrici degli eventi continentali. 1. Le elezioni senza gli elettori. Vota meno della metà degli aventi diritto, in discesa rispetto al passato. La cosa viene letta con immediata valenza negativa, ma c’è anche un risvolto positivo:...
    Leggi articolo →


  • Maledetto Ottobre rosso!

    “I dieci giorni che sconvolsero il mondo”, come li ebbe a definire il giornalista americano John Reed, autore di un racconto “in presa diretta” degli avvenimenti che portarono i bolscevichi di Lenin a conquistare il potere il 7 novembre di un secolo fa (25 ottobre...
    Leggi articolo →


  • Galasso e il laboratorio della storia

    Bisogna forse partire dalle ultime pagine per capire tutta l’importanza, e il senso, di quest’ultimo, preziosissimo lavoro, di Giuseppe Galasso: Storia della storiografia italiana. Un profilo (Laterza, pagine 224, euro 20) È in esse, infatti, quelle dedicate all’oggi, e alle prospettive future della storiografia, che,...
    Leggi articolo →


  • L’antitesi tra scienza e perfezione

    Da molto tempo si discute, in ambito scientifico ed epistemologico, circa la possibilità di giungere a una “teoria finale” – o “teoria del tutto” – che ci consentirebbe finalmente di conoscere la realtà in maniera completa ed esaustiva. Scordando in modo forse troppo sbrigativo il...
    Leggi articolo →


  • Melograni, il liberale venuto da sinistra

    Diceva Raymond Aron, a cui lo spirito della boutade certo non mancava, che solo chi è stato un fervente e attivo comunista da giovane può essere un coerente liberale nell’età matura. Piero Melograni, il grande storico commemorato all’Accademia dei Lincei a cinque anni dalla morte...
    Leggi articolo →


  • Quale Islam?

    L’ennesimo, insensato attentato terroristico. Questa volta in America, dove mi trovo, alla scoperta di un ben altro fenomeno. Ad opera questa volta, non del solito squilibrato pesantemente armato, ma di un professo aderente alla religione di Allah. Ad imitazione di quanto continua ad avvenire in...
    Leggi articolo →


  • Perché diffido delle ‘autonomie’ e non sono (più) un devoto di Carlo Cattaneo

    Per chi si richiama ai valori della ‘società aperta. non ha molto senso sottrarre potere al centro per investirne le periferie, riscattate, in tal modo—così si pensa—dalla loro condizione storica di subalternità e divenute, pertanto,  da serve che erano ieri, le nuove padrone di oggi....
    Leggi articolo →


  • Falso dio referendario

    Un’altra candela s’è sprecata, sull’altare dell’urnolatria. Un altro sasso s’è aggiunto, alla frana che incombe su tutti. Il guaio più grosso è che tanti cittadini lombardi e tantissimi veneti possono ben dire: io ho votato. E’ difficile, ora, dire loro: mi spiace, ma non è...
    Leggi articolo →


  • Ancora Caporetto

    Caporetto (24 ottobre 1917), cento anni fa. Fu e divenne il simbolo della disfatta nazionale. Diversa la natura, ma analogo il disfacimento, simboleggiato da un’altra data: 8 settembre 1943, l’armistizio, la fuga del re e dello Stato, lo sbando delle forze armate, il fuoco della...
    Leggi articolo →


  • Gli azionisti e Croce

    Deluso, quasi sconsolato, il 13 novembre 1943 Benedetto Croce consegna ai Taccuini di lavoro questa riflessione: “Ho lavorato a dare chiari e saldi concetti su quel che è il liberalismo, purgandolo non solo da miscugli democratico-demagogici che aprono la via alle dittature, ma da tendenze...
    Leggi articolo →